Amazon

Quale casa accogliente. Vivere il mondo come creazione

Quale casa accogliente. Vivere il mondo come creazione

Residuo di un’epoca premoderna? Espressione puramente mitica, priva di significato reale? Ad uno sguardo più attento parlare di creazione – come fanno i cristiani – si rivela invece una potente chiave interpretativa, che illumina il senso del mondo in cui viviamo, casa accogliente da abitare con saggezza e responsabilità. Per scoprire tale densità occorre certo […]

Continue Reading

Sacrosantum. Le peripezie del sacro

Sacrosantum. Le peripezie del sacro

Le problematiche discusse in questo volume intendono riportare l’attenzione sul «nervo scoperto» del sacro. Il dibattito pubblico al riguardo ormai coinvolge un po’ tutti: il mondo laicista del naturalismo scientifico ostile al sacro, la scienza religionista accusata di imporre al mondo un modello religioso impertinente, le chiese cristiane d’occidente malate di etnocentrismo epistemologico sulla religio […]

Continue Reading

Arcipelago Chiesa. A quarant’anni dal Concilio

Arcipelago Chiesa. A quarant’anni dal Concilio

Sono ormai quattro decenni che la Chiesa Cattolica sta attraversando una fase di rapido cambiamento. epocale. Oltre che nella celebrazione della Messa, cambiamenti impressionanti si sono registrati anche in molti altri aspetti, e non sempre per il meglio. Essi possono essere paragonati a un diluvio, se si considera cosa è successo in Europa, un continente […]

Continue Reading

Risorgimento ed Europa. Miti, pericoli, antidoti

Risorgimento ed Europa. Miti, pericoli, antidoti

RecensioneNellintento proclamato di far risorgere lItalia dai suoi quindici secoli di schiavitù (i secoli che corrispondono allera cattolica), i Savoia e i liberali si appropriano dellingente patrimonio che nel corso del tempo la popolazione ha donato alla Chiesa e, per tramite della Chiesa, ai poveri. Gli uomini del Risorgimento rapinano i beni di tutti in […]

Continue Reading

Fine del mondo? O avvento del regno di Maria?

Fine del mondo? O avvento del regno di Maria?

Le incertezze del presente non sono segni della conclusione della storia ma della certa speranza del Regno di Dio per mezzo di Maria. Acquista l’eBook direttamente su: Categoria: Chiesa cattolica romana Brand: Fede & Cultura Edizioni Item Page Detail URL : link

Continue Reading

La liturgia tradizionale. Le ragioni del Motu Proprio sulla messa in latino

La liturgia tradizionale. Le ragioni del Motu Proprio sulla messa in latino

Dopo quasi quarant’anni di ingiustificato ostracismo, Benedetto XVI col motu proprio del 27 luglio 2007 ha liberalizzato l’utilizzo dell’antico messale codificato da San Pio V, ma risalente, nella sua sostanza, all’età apostolica. Un rito carico di storia, di testi straordinari scritti nel corso secoli da poeti, e da santi, arricchito dal canto gregoriano, e da […]

Continue Reading

Libreria del Santo

Il dovere di amare Dio. De diligendo deo

Il dovere di amare Dio. De diligendo deo

L’opera può essere divisa in tre grandi parti: la prima espone i motivi e i modi dell’amore dell’uomo per Dio; nella seconda parte sono descritti i quattro gradi dell’amore (l’uomo ama se stesso per se stesso; l’uomo ama Dio, ma ancora per sé; Dio è amato per se stesso; l’uomo non ama più se stesso se non per Dio. La terza parte è costituita dalla lettera sulla carità ai fratelli della Certosa, in cui si esamina la legge dell’amore come legge universale di ogni essere, Dio compreso.

Continue Reading

Le tue labbra stillano nettare

Le tue labbra stillano nettare

Il testo contiene link alle schede online dei film citati.

Uninterpretazione diretta e non allegorica del Cantico dei Cantici attraverso numerosi riferimenti cinematografici. Non un commento esegetico, ma una lettura damore, un invito a comprendere che lincontro di un io con un tu, quando diventa un noi, spalanca le porte della vita divina. Per evitare che questo poema diventi una sorta di Atlantide della Sacra Scrittura e per farlo conoscere e amare.
Il Cantico, perla custodita nella conchiglia della Bibbia, vede come protagonista una coppia che non smette mai di dichiarare il proprio amore: due attori, due amanti che manifestano il loro desiderio e anelano a vivere lamore profondamente gioioso e tenero, dono straordinario del Dio-Creatore.
«…e in ogni caso, non è al possesso che aspiro. Credo invece che siamo entrambi dentro un altro essere che abbiamo creato, e che si chiama noi».
Robert (Clint Eastwood), ne I ponti di Madison County

Effatà Editrice pubblica libri di qualità dal 1995, con lo stesso spirito si occupa di editoria digitale: eBook D.O.C. pensati per chi ama i libri. Il testo di questo eBook è stato completamente riadattato alla lettura digitale con l’aggiunta di link per una rapida navigazione.

Continue Reading

Capire per credere. Una fede da ri-pensare

Capire per credere. Una fede da ri-pensare

Il libro è composto da cinque capitoli, che sono un esempio per “iniziare” il lettore alla riflessione teologica, allo scopo di rendere consapevole ogni cristiano della sua chiamata a diventare “teologo”, capace cioè di parlare di Dio con sapienza e preparazione, usando anche l’intelligenza per capire e approfondire i contenuti della rivelazione cristiana, quindi per credere di più. Il primo capitolo è un commento al brano evangelico delle nozze di Cana. Il secondo capitolo è una riflessione sulla figura “umile” di Dio, rivelataci soprattutto da Gesù. Il terzo capitolo è una riflessione sul tema della provvidenza divina, che comporta insieme affidamento fiducioso e pieno esercizio della nostra libertà. Il quarto capitolo è un tentativo di recuperare in positivo la figura di Dio giudice degli uomini, vedendola come servizio amorevole e paterno per il nostro cammino di santificazione. Il quinto capitolo è un commento alla parabola del giudizio finale (Mt 25,31-46), letta sulla scia di alcuni padri della Chiesa e della teologia globale del Nuovo Testamento, che intende approfondire il significato della parola “poveri” nei quali è presente Gesù.

Continue Reading

La catechesi educa alla gioia evangelica. Riflessioni teologico-pastorali a partire dall’Esortazione Evangelii Gaudium

La catechesi educa alla gioia evangelica. Riflessioni teologico-pastorali a partire dall’Esortazione Evangelii Gaudium

Con l’esortazione “Evangelii Gaudium”, papa Francesco espone il suo programma pastorale e chiede a tutti i singoli cristiani e alle Chiese locali, un… ri-centramento della vita cristiana attorno alla gioia del Vangelo e a tutte le sue implicanze. Il presente volume raccoglie gli interventi – alla Giornata di Studio proposta (marzo 2014) dalla Facoltà Teologica di Sicilia – di noti teologi, pastoralisti e catechesi che, pur nella diversità di linguaggi e stili, permettono un originale accesso alla comprensione e ricchezza dell’Esortazione di Francesco. L’esortazione “Evangelii Gaudium”, con i suoi cinque capitoli, suddivisi in 288 numeri, è un punto di non ritorno per la Chiesa del XXI secolo, perché con un linguaggio che supera tutte le barriere culturali, permette di accedere alla dinamica ricchezza della fede della Chiesa e provoca il lettore ad un’audace adesione per riscoprire la gioia di vivere, lasciarsi incontrare da Lui e cercarlo ogni giorno senza sosta.

Continue Reading

San Charbel il guaritore

San Charbel il guaritore

C’è una fede segreta, sconosciuta e misteriosa, che porta a incontrare e conoscere figure meravigliose e straordinarie come quella di San Charbel (1828-1898), monaco cristiano maronita libanese. Le miracolose guarigioni che si sono verificate grazie alla sua intercessione sono in continuo aumento in tutto il mondo e riguardano persone di ogni fede e di ogni credo. Santificato nel 1977 da Papa Paolo VI, questo monaco taumaturgo è la testimonianza di una fede immacolata e incontaminata che si manifesta attraverso la via nascosta di Cristo e una vita eremitica e solitaria, grazie alla sua arma più potente: la preghiera. In questo libro la vita e i miracoli sono accompagnati dalle preghiere, le litanie e la novena: chi si rivolge a lui ottiene qualche particolare grazia.

Continue Reading

La nazione cattolica

La nazione cattolica

Ha benedetto militari e cresciuto guerriglieri, ha protetto operai e confessato industriali, ha invocato il Cristo rivoluzionario e il Dio antisovversivo: la Chiesa e la cattolicità sono state al cuore della storia argentina. Compresa la dittatura militare.

Dio vuole la patria unita e in ordine, dicevano i militari. Dio è dove c’è giustizia sociale, ribattevano gli studenti. Una patria cattolica non può licenziare i lavoratori, gridavano gli operai in sciopero. Pur di ottenere la civiltà dell’amore cara a Dio, rincaravano i gruppi armati, è lecito sacrificare vite nella rivoluzione. Il peronismo è un movimento umanista e cristiano; no, il peronismo è la via attraverso cui il popolo edifica il socialismo. Tutti in nome di Dio, tutti in nome del popolo.
Questo libro indaga l’intreccio di storia politica e religiosa in Argentina, dagli anni Sessanta fino all’ultima dittatura militare, e scopre che all’origine della sua storia è il mito di una nazione cattolica. Un mito divenuto presto una camicia di forza; un mito che, nato per unire, ha diviso fino all’odio fratricida: cattolica si proclamava la dittatura del 1966, cattolica e cresciuta nelle parrocchie era la guerriglia, cattolico il peronismo tornato al potere nel 1973, cattoliche le sue fazioni in guerra tra loro, fino al regime cattolico che pretesero di incarnare i militari giunti al potere nel 1976. Solo allora, dinanzi alla tragedia, una parte crescente della Chiesa e degli argentini iniziò a scoprire le virtù della laicità, della democrazia politica e dello Stato di diritto.

Continue Reading

InMondadori

La preghiera della Chiesa. Meditata, predicata, testimoniata. Commento liturgico-pastorale alle collette feriali del messale romano

La preghiera della Chiesa. Meditata, predicata, testimoniata. Commento liturgico-pastorale alle collette feriali del messale romano

Angelo CecchinatoEbook | Edizioni Messaggero Padova | 2014Disponibile per il download Prezzo di copertina: 11,9 €

Continue Reading

Commento alla 1ª Lettera di Giovanni

Commento alla 1ª Lettera di Giovanni

Agostino (Sant’)
Ebook | Città Nuova | 2014
Disponibile per il download
Prezzo di copertina: 4,2 €

Continue Reading

Gli scritti

Gli scritti

Ignazio Di Loyola (santo)Ebook | Utet | 2014Disponibile per il download Prezzo di copertina: 4,99 €

Continue Reading

Massoneria e chiesa cattolica

Massoneria e chiesa cattolica

Tullio Di FioreEbook | Dario Flaccovio Editore | 2014Disponibile per il download Prezzo di copertina: 11,99 €

Continue Reading

Verso la luce. Riflessioni sul Natale

Verso la luce. Riflessioni sul Natale

Carlo Maria MartiniEbook | San Paolo Edizioni | 2014Disponibile per il download Prezzo di copertina: 4,99 €

Continue Reading

Non è Francesco

Non è Francesco

Antonio SocciEbook | Mondadori | 2014Disponibile per il download Prezzo di copertina: 9,99 €

Continue Reading

Apple - iBooks

Gerusalemme capitale dell’umanità – Twal Fouad

Gerusalemme capitale dell’umanità – Twal Fouad

Fouad Twal, sacerdote di origine giordana, dal 2008 è Patriarca della Chiesa Madre di Gerusalemme. In questo lungo dialogo ripercorre la sua vita di pastore in una terra segnata dalla divisione tra i cristiani e da un conflitto che dura ormai da oltre sessant'anni. Ma la Terra Santa è anche luogo di testimonianza, dialogo, desiderio di pace e speranza nelle giovani generazioni. Qui Gesù è entrato nella Storia, e gli eredi della prima comunità cristiana sono fedeli al mandato delle origini: «A noi tocca accogliere in un unico abbraccio, come fratelli, i credenti provenienti da qualsiasi categoria dell’umanità, destinati tutti quanti ugualmente a vivere da figli di Dio nella fede in Cristo. Sapremo trovare la risposta appropriata e soddisfacente per tutti? Un’utopia? No, ma un compito molto impegnativo in Cristo!».

Continue Reading

Eva e le altre. Letture bibliche al femminile – Elena Loewenthal

Eva e le altre. Letture bibliche al femminile – Elena Loewenthal

Prendendo le mosse da una serie di verbi (generare, vivere, tacere, ascoltare, amare…) nei quali si condensa il contenuto letterale e simbolico della Bibbia ebraica, privilegiando coraggiosamente la lettura dei libri biblici più trascurati e una prospettiva esegetica fuor d’ogni autorevolezza ma attenta ai valori femminili. Elena Loewenthal si concentra su alcune figure archetipe che contrassegnano i luoghi cruciali del testo sacro. Eva, il serpente e l’inestricabile intreccio di colpa, conoscenza e morte; Sara e l’intervento divino nel concepimento di Isacco; la madre e le difficoltà del diventare e dell’essere madre; il sacrificio della figlia di Iftach; le donne mute, le prostitute, e le figure ai margini, come i profeti Elia e Giona, restii a cogliere la vocazione; le tavole della Legge, costrizione e principio di libertà al tempo stesso; Rut e la regina di Saba, e la capacità di plasmare il proprio destino, a ogni costo… Un approccio guidato da un contatto stretto con il testo ebraico, forte di una vicinanza appassionata e dal desiderio di condividere queste letture.

Continue Reading

Le Preghiere – Riccardo Paracchini

Le Preghiere – Riccardo Paracchini

Il libro raccoglie le preghiere per il buon cammino spirituale, dall'alba al tramonto. Le preghiere del mattino, di mezzogiorno e della sera. Il testo raccoglie anche una selezione di testi evangelici e biblici per comprendere il senso della preghiera alla luce delle Scritture, con un compendio dei princìpi fondamentali della Chiesa Cattolica per la vita del buon cristiano.  Suddivisione dell’opera: – Preghiere del mattino – Preghiere di mezzogiorno – Preghiere della sera – Altre preghiere – La preghiera delle Sacre Scritture. – Compendio per un approfondimento della Fede cattolica, con i 10 Comandamenti, le Beatitudini, le Virtù, ecc ecc, e approfondimento di ogni voce con alla luce del Catechismo della Chiesa Cattolica. – Ricco glossario per conoscere meglio la Fede. La preghiera è mettersi in comunicazione intima, personale, affettuosa con Dio: parlare, amare, ringraziare, chiedere perdono, rispondere a Dio.  A differenza delle altre religioni, il cristianesimo ha ricevuto la rivelazione di Gesù Cristo che “Dio è Amore”, e sappiamo che la preghiera è un’esperienza personale con Dio, un dialogo con e davanti a Dio: in questo incontro riconosciamo la sua grandezza infinita, la sua bontà e misericordia, ringraziamo per i doni che ci ha fatto, raccontiamo a Dio le nostre gioie e sofferenze, chiediamo quelle grazie di cui sentiamo la necessità, per noi e per gli altri, e ciò malgrado le miserie, le piccolezze e le debolezze della nostra vita. Il progetto StellaCroce non è finalizzato alla creazione e diffusione di libri digitali, bensì prevede come parte integrante della sua mission il finanziamento, attraverso una percentuale del ricavato, ad eventi umanitari che salvaguardino la vita dell’Uomo, sotto ogni aspetto.  

Continue Reading

Il mistero dell’Incarnazione del Signore – Angelo Scola

Il mistero dell’Incarnazione del Signore – Angelo Scola

«La predicazione costituisce uno dei compiti fondamentali del ministero pastorale di un Vescovo. Dall’inizio del mio ministero, ho sentito come decisivo questo compito e, giunto a Milano, ho deciso di approfittare della preziosa peculiarità offertaci dal rito ambrosiano con la celebrazione delle sei settimane dell’Avvento, per proporre a tutti, in Duomo, un cammino comune, orientato dalle omelie domenicali, verso il Natale. Dopo tre anni sono in grado di offrire alla comunità diocesana il percorso completo dei tre cicli liturgici, comprese le omelie in occasione delle solennità dell’Immacolata, di Natale (Messa nel giorno) e dell’Epifania. Mi auguro che questi testi possano sostenere la preghiera e la crescita, personale e comunitaria, di chi vorrà accostarli» (dalla prefazione).

Continue Reading

Il mio breviario – Francesco

Il mio breviario – Francesco

L'immediatezza e la semplicità di papa Francesco hanno raggiunto e parlato al cuore dei fedeli fin dal giorno della sua elezione: le preghiere e le riflessioni più significative sono raccolte per la prima volta in un prezioso breviario che illuminerà il cammino di fede dei suoi lettori. Oggi più che mai è necessario fermarsi un momento, anche solo per pochi minuti al giorno, e incontrare uno spazio per il silenzio e la preghiera: attraverso semplici spunti di riflessione, pensieri e brevi racconti nati dai suoi interventi, papa Francesco accompagna giorno dopo giorno la nostra meditazione spirituale aiutandoci a riflettere, pensare e agire alla luce della parola di Dio.

Continue Reading

Segno e simbolo nella Liturgia – Giovanni Cavalcoli

Segno e simbolo nella Liturgia – Giovanni Cavalcoli

La questione della Sacra Liturgia e in particolare della Santa Messa è oggi senza dubbio il campo di battaglia in cui con maggior asprezza si combatte lo scontro decisivo tutto interno alla Chiesa Cattolica fra progressisti e conservatori. Padre Cavalcoli denuncia qui una certa insincerità, una certa ipocrisia o falsità nella celebrazione della liturgia che possono dipendere da una mentalità che declassa la religione e il liturgico da segno efficace della grazia a mero simbolo convenzionale ed esteriore, sia pur sempre della grazia, per cui tutto in liturgia rischia di diventare convenzionale, creativo, arbitrario, facoltativo, relativo, rimesso all’iniziativa o al buon umore del singolo. Oggi si punta molto sull’allegria, dimenticando che la Messa in fin dei conti è memoria del Sacrificio di Cristo, sacrificio che non è un mero simbolo forse anche vecchio e superato, ma vero segno efficace della nostra salvezza.

Continue Reading

Riviste

Credere Oggi

Credere Oggi

Scoprire la Terra del Santo

 

Beato chi decide nel suo cuore

 

il santo viaggio

 

(Sal 83,5)

 

 

 

L’idea di pubblicare questo fascicolo sul tema Gesù nella sua terra è nata in seguito alle motivazioni derivanti due iniziative. La prima, intitolata Le terre bibliche come luogo teologico, è un corso proposto dalla Facoltà teologica del Triveneto in collaborazione con La Tavola Pellegrini Medioriente e il Coordinamento Nazionale Pellegrinaggi: quest’anno il corso è giunto alla sua quarta edizione e ha registrato un crescente interesse e buona partecipazione. La seconda iniziativa che ci ha motivato alla presente pubblicazione è stato il progetto Gesù di Nazaret tra storia, Bibbia e cristologia, ideato e organizzato dall’Ufficio diocesano pellegrinaggi della diocesi di Vicenza, nella persona del suo direttore don Raimondo Sinibaldi e del biblista don Silvio Barbaglia di Novara. La proposta era di offrire a un gruppo ristretto e competente di persone un approccio scientifico al tema, collocandosi al livello dei dibattiti internazionali sulla questione complessa e sempre più dibattuta circa la storicità di Gesù di Nazaret.

 

Nel 2012, dal 14 al 21 luglio, si è svolta la prima sessione sul tema Gesù il Nazareno a Gerusalemme. Ricercando il volto di Dio. Durante quella settimana, risiedendo nella città vecchia di Gerusalemme, si è cercato di approfondire il rapporto tra Gesù di Nazaret e la Città Santa. Il mattino, con la guida di esperti come Dan Bahat e padre Eugenio Alliata, era dedicato alla visita di luoghi archeologici importanti, come gli scavi dell’Ofel, il tunnel di Ezechia, il Kotel, la spianata delle moschee, ecc. Nel pomeriggio, invece, dopo una relazione introduttiva di Silvio Barbaglia, si apriva un dibattito tra i partecipanti, in modo da chiarire dubbi e approfondire il tema. Nel 2013 la seconda sessione, sempre organizzata nella forma di seminario di studio, si è tenuta con sede a Tiberiade (quattro notti) e a Nazaret (tre notti) dal venerdì 12 al venerdì 19 luglio 2013, sul tema Gesù il Nazareno in Galilea. Il passaggio efficace di una Parola che si è fatta storia. Le visite a luoghi significativi come Gamla (la città degli zeloti) e Hippos (la «città che sta sopra un monte») e Magdala (Tarichea) hanno permesso di comprendere meglio l’ambiente e la cultura dell’epoca in cui visse Gesù. Nel 2014, dal 5 al 12 luglio, risiedendo a Betania e a Betlemme, si è tenuta la terza sessione biblica sul tema Gesù il Nazareno in Giudea e in Samaria, seguendo sempre la formula ormai collaudata: al mattino visite ai luoghi biblici prescelti, al pomeriggio approfondimento e discussione in gruppo, dopo l’intervento dell’esperto. La visita di Gerico, Qumran, Masada, Bethel, Silo e del monte Garizim, ha arricchito le conoscenze di ciascuno, inserendo il ministero pubblico di Gesù nella sua più vasta cornice storica e teologica.

 

È quindi sulla base (e sull’entusiasmo) che queste iniziative hanno suscitato che abbiamo voluto presentare Gesù nella sua terra come un invito a intraprendere «il santo viaggio» (Sal 83,5) e nello stesso tempo come un sussidio per chiunque è interessato a conoscere sempre meglio la persona e la storia del Vivente «in mezzo a noi» (Gv 1,14).

 

Il primo contributo di padre Pierbattista Pizzaballa, attuale Custode di Terra Santa, è una sintesi sull’importanza dell’archeologia nelle nuove prospettive che la ricerca storica su Gesù sta aprendo, non tanto come un’apologetica di ritorno, quanto come feconda collaborazione tra gli esegeti e gli specialisti delle varie scienze che ricostruiscono la storia dell’umanità. Il secondo intervento di Carlo Broccardo illustra la pluralità di movimenti presenti nel mondo giudaico al tempo di Gesù, il che aiuta a collocare nella giusta luce sia la novità del messaggio evangelico sia il suo radicamento nella tradizione d’Israele. Il terzo contributo parte dal deserto, così come il popolo d’Israele ha trovato nell’esodo la sua identità, è là che Gesù comincia a elaborare le sue scelte messianiche, come spiega magistralmente Martino Signoretto. Sulle questioni critiche riguardanti l’esistenza di Nazaret nell’epoca in cui visse Gesù si sofferma Giuseppe Bellia, sulla base degli scavi archeologici e delle relative fonti letterarie. Il contributo di Silvio Barbaglia tocca uno dei punti nevralgici della questione: il rapporto conflittuale e determinante di Gesù con il tempio, causa ultima della sua condanna a morte e nello stesso tempo compimento di tutte le Scritture nella sua persona, che diventa la definitiva «dimora di Dio in mezzo agli uomini» (Ap 21,3).

 

Sull’ambiente geografico della Galilea e in particolare sul lago di Genesaret interviene Gianantonio Urbani, che esamina con cura appassionata le scoperte recenti e l’importanza del ministero galilaico di Gesù nell’insieme delle vicende evangeliche. Anche Giovanni Loche studia la rete viaria del primo secolo, con l’intento di far meglio capire come si diffuse la conoscenza del nuovo messaggio portato da Gesù e quindi il sorgere delle prime comunità cristiane in reciproca comunicazione fra di loro. Padre Fréderic Manns, con un’analisi serrata, esamina il Protovangelo di Giacomo, uno dei più famosi apocrifi del Nuovo Testamento, mettendo in luce l’intento dell’anonimo autore, che vuole completare i «vuoti» delle narrazioni di Matteo e Luca sull’infanzia di Gesù e compone un’opera di riflessione teologica assai utile per capire il contesto in cui si diffuse il cristianesimo primitivo. Infine, Paolo Bizzeti affronta la delicata questione riassunta nella domanda: di chi è la «terra promessa»?, mostrando che nessuno può pretendere l’esclusivo possesso della terra sulla base di frasi bibliche estrapolate dal loro contesto. La terra è di Dio, che la dona affinché gli uomini vi abitino e vivano nel rispetto reciproco, costruendo una convivenza di pace.

 

Nella Documentazione viene presentata l’esperienza de La Bibbia nella sua terra, una proposta sperimentata in lunghi anni di attività da padre Jacques Fontaine e ora mantenuta in vita dalla diocesi di Parigi. L’Invito alla lettura, curato da Luigi Dal Lago, offre ampio materiale per un ulteriore percorso di approfondimento e di ricerca sulla persona di Gesù: «Con lui – come dice Gehrard Lohfink – non si arriva mai a un punto terminale e ogni epoca deve sempre incontrarlo di nuovo».

 

Fuori testo abbiamo inserito alcune cartine geografiche e una foto aerea del lago di Genesaret che aiutano a fare memoria visiva della ricerca mai finita attorno al Gesù della storia e della fede.

Continue Reading

Nazaret e il Nazareno. (Il falegname di Nazaret a Sefforis?)

Nazaret e il Nazareno. (Il falegname di Nazaret a Sefforis?)

L’articolo esamina la problematica relativa all’esistenza di Nazaret nell’epoca in cui è vissuto Gesù, inserendo la questione nell’ambito della Third Quest. Gli attuali studi sulla Galilea in generale e su Nazaret in particolare permettono di dimostrare, in base soprattutto agli scavi archeologici, l’esistenza, la continuità abitativa e l’antichità della devozione cristiana qui attestata prima ancora dell’epoca bizantina. Invece non è possibile accertare la presenza di Gesù come carpentiere nella ricostruzione della vicina città di Sefforis, benché sia certo l’influsso della cultura ellenistica nella Galilea del I sec. della nostra era. Non è quindi giustificabile la diffidenza che molti studiosi ancora manifestano sull’esistenza storica di Nazaret.

Continue Reading

I luoghi biblici fondamentali: il deserto e Gesù

I luoghi biblici fondamentali: il deserto e Gesù

L’articolo presenta anzitutto alcuni dati sulla geografia, la flora e la fauna del deserto d’Israele, che aiutano a comprendere come la rappresentazione che Israele aveva della propria fede dipenda anche dalla morfologia dei luoghi. Facendo, poi, riferimento ad alcuni episodi dell’Antico Testamento e al loro legame con la vicenda di Gesù nel deserto, si notano due temi che mostrano il deserto non solo come luogo di passaggio e di prova, ma anche come luogo fiorito e ospitale, immagine di un futuro escatologico. Infine, la continuità terminologica del termine deserto/eremos nello scandire le vicende del ministero pubblico di Gesù in Galilea, indica come il deserto con il suo carico simbolico si è spostato con Gesù fino ad accompagnare le folle in luoghi deserti e inospitali, per essere sfamate dal pane della sua parola.

Continue Reading

I farisei, i sadducei e tutti gli altri. I gruppi socio-religiosi nel I sec. d.C.

I farisei, i sadducei e tutti gli altri. I gruppi socio-religiosi nel I sec. d.C.

I vangeli ci dicono che Gesù si è incontrato-scontrato spesso con farisei e sadducei. Giuseppe Flavio, uno storico ebraico contemporaneo agli evangelisti, aggiunge a questi due un terzo gruppo socio-religioso: gli esseni. A questi tre potremmo accostarne altri ancora, quali gli erodiani, gli zeloti, i samaritani… Dopo aver presentato sommariamente alcune problematicità di fondo, l’articolo si sofferma sul periodo storico in cui probabilmente i gruppi ancora presenti ai tempi di Gesù sono nati; quindi presenta i tre gruppi principali: sadducei, farisei, esseni. Il panorama che emerge è quello di una società molto vivace dal punto di vista religioso e sociale; con una domanda di fondo, che accomuna tutti i gruppi: come reagire nei confronti di una società sempre meno giudaica? Come conservare e anzi rafforzare la propria identità, in questo contesto?

Continue Reading

Scritti apostolici

Scritti apostolici

Editoriale

Caro salutis est cardo», che tradotto in italiano significa: «La carne è il cardine della salvezza». Queste parole di un autore cristiano del terzo secolo, Tertulliano, ci aiutano a sintetizzare le tre lettere di Giovanni, a cui è dedicato il nostro fascicolo di Parole di Vita.Ad essere precisi, noi ci soffermeremo praticamente solo sulla prima lettera; le altre due sono così brevi… Pur essendoci differenze fra loro, si può affermare – senza dover dare troppe spiegazioni – che insieme al Vangelo secondo Giovanni compongano un corpus letterario, cioè un gruppo di scritti che fanno riferimento allo stesso ambiente di origine: quelle comunità dell’Asia minore, nella zona di Efeso, che si rifanno alla testimonianza del «discepolo che Gesù amava». Siamo alla fine del primo secolo e la situazione non è delle più serene; un conflitto pesante sta dilaniando le comunità dall’interno: c’è chi sottolinea così tanto la divinità di Gesù (tratto tipico del Vangelo secondo Giovanni), da negare la sua vera umanità. C’è chi non professa «Gesù Cristo venuto nella carne», per dirla con il linguaggio della prima lettera (Maurizio Marcheselli). Come rispondere a una situazione così complicata e a rischio di rottura?Partiamo dal prologo della 1Giovanni, che si può leggere in parallelo a quello del Vangelo. «Il quarto evangelista, con il suo prologo poetico, aveva sentito il bisogno di raccontare un principio della buona novella che non fosse né per le strade della Galilea di Marco, né nelle grotte della natività di Matteo o Luca […]. Il “noi” di 1Giovanni, invece, deve in un certo senso rifare il percorso inverso, ritornare al presente, alla storia immediatamente trascorsa, alla concretezza del vissuto, perché nessuno neghi l’unità e la continuità tra quel principio eterno e questo principio storico della salvezza, toccato, vissuto, guardato, annusato» (Annalisa Guida). Giovanni risponde a chi nega la carne di Gesù, cioè la sua umanità, non solo con una riflessione cristologica, ma anche con inviti di tipo etico; perché il problema di chi negava l’incarnazione di Gesù era che si riteneva superiore e non tenuto a una vita morale (Claudio Doglio).Non dobbiamo comunque intendere la prima lettera di Giovanni come uno scritto unicamente polemico, in risposta a chi si stava allontanando dalla fede comune. Approfittando di questa situazione, l’autore della lettera ci presenta una luminosa trattazione del messaggio cristiano: Dio è luce e noi siamo invitati a camminare nella luce (Matteo Fossati). Dio è luce, ma la vittoria sulle tenebre non è ancora completa; i cristiani vivono tra amore del Padre e desideri del mondo, invitati a fare la scelta giusta affinché la luce vinca definitivamente (Davide Arcangeli). Dio è amore, ma è nell’amore fraterno (tutto da vivere!) che si può sperimentare la verità di una tale affermazione; in un amore fraterno che è il DNA della comunità cristiana (Cesare Mariano). Dio è amore: lo sappiamo perché ci ha amati per primo; e ci chiede, in cambio, di amare i nostri fratelli. C’è un solo comandamento: quello di amare (Dionisio Candido).A questi articoli più strettamente esegetici, cioè di riflessione sul testo biblico, si aggiunge quello maggiormente teologico di Serena Noceti, che mostra come la “dottrina” della 1Giovanni offra spunti interessanti per il cammino ecumenico, che sta vivendo un periodo di transizione. Il «laboratorio biblico» rimane in scia invitandoci ad approfondire il «noi della comunità» (Valentino Bulgarelli). Insomma, la prima lettera di Giovanni è breve, ma non povera di suggerimenti!Continuando con le rubriche, «Bibbia on the web» di Annalisa Guida offre questa volta suggerimenti su Bibbia e didattica; perché «la Bibbia è almeno una letteratura e il Dio d’Israele è se non altro il più grande personaggio letterario di tutti i tempi», come scrisse Erri De Luca. L’«apostolato biblico» di Dionisio Candido continua con la lettura del documento della Pontificia commissione biblica, soffermandosi sull’uso della Bibbia nella pastorale. La «bibliografia ragionata» sulle lettere di Giovanni (a cura di Claudio Doglio) presenta titoli utili per l’approfondimento.Infine, «Bibbia e arte» che, ad essere precisi, ci accompagna fin dalla copertina del nostro fascicolo, con l’Ecce homo di Antonio Ciseri: la passione di Gesù è una specie di “promemoria” del suo amore per noi.Carlo Broccardo

Continue Reading

L’archeologia ci parla del Gesù storico

L’archeologia ci parla del Gesù storico

L’articolo presenta lo status attuale dell’importante contributo che l’archeologia può dare alla ricerca sul «Gesù storico», soprattutto ricostruendo l’ambiente socio-economico, culturale e religioso del I sec. della nostra era. I reperti della cultura materiale (i cosiddetti realia), se bene interpretati, offrono utili indizi per la comprensione degli eventi narrati nei vangeli. In tal modo la cosiddetta Third Quest sta dando una nuova impostazione alla ricerca su Gesù, di cui vengono citati brevemente i più rilevanti studi. In particolare sono riassunte le sette prove che Charlesworth considera decisive al riguardo, tra le quali il primo posto spetta al Santo Sepolcro. Nell’ultima parte dell’articolo viene messa in risalto l’opera degli archeologi francescani, nei vari luoghi in cui hanno portato alla luce preziose testimonianze della vita e del primitivo culto delle comunità cristiane, come a Nazaret, Cafarnao e Magdala.

Continue Reading

App

La nuova app (android) del Pontificio Consiglio per la Famiglia

La nuova app (android) del Pontificio Consiglio per la Famiglia

L’applicazione, totalmente gratuita e scaricabile su dispositivo mobile in quattro lingue (italiano, inglese, spagnolo e francese), è strutturata agilmente secondo sezioni tematiche di cui il PCF è da sempre promotore e attento osservatore, come ad esempio la Chiesa, la società, la cultura e le persone. Al suo interno, animato da gallerie video e fotografiche, è […]

Continue Reading

Canti (per l’assemblea liturgica e per la vita delle comunità cristiane)

Canti (per l’assemblea liturgica e per la vita delle comunità cristiane)

Un’applicazione che offre un’ampia selezione di canti per l’assemblea liturgica e per la vita delle comunità cristiane, nelle parrocchie e negli ambienti di vita. La scelta dei brani nasce ed è proposta a partire dall’esperienza di Comunione e Liberazione. Il repertorio spazia dai canti gregoriani alle laude, dai salmi agli inni, alle canzoni della tradizione cristiana […]

Continue Reading

Il Libro delle Ore

Il Libro delle Ore

È l’applicazione della versione cartacea de “Il libro delle ore” edito da Jaca Book per la prima volta nel 1975 e ripubblicato nel 2006. L’applicazione contiene salmi, inni e cantici per la preghiera quotidiana personale e comunitaria. Affidandosi a queste parole, la preghiera cristiana si garantisce “solida ispirazione, sorprendente attualità, respiro universale”.  L’app risponde all’esigenza di avere uno […]

Continue Reading

[Android] App San Francesco

[Android] App San Francesco

La prima App religiosa dedicata a San Francesco di Assisi. Sabato 7 dicembre è stata presentata ad Assisi durante l’inaugurazione della grande mostra internazionale dei presepi della Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola e prima del concerto in onore della Vergine Maria di Fra’ Alessandro Brustenghi, la prima app dedicata a San […]

Continue Reading

App Bibbia CEI

App Bibbia CEI

APP BIBBIA CEI nasce per offrire a tutti una nuova esperienza di lettura della Sacra Bibbia. E’ la prima e unica APP a proporre il testo biblico nella traduzione ufficiale 2008 della Conferenza Episcopale Italiana, completo dell’apparato critico. APP BIBBIA CEI offre accurate funzioni di lettura, navigazione e ricerca.Permette di inserire segnalibri e annotazioni personali su singoli […]

Continue Reading

I Dieci Comandamenti – Anselm Grün

I Dieci Comandamenti – Anselm Grün

Per la prima volta i Dieci Comandamenti spiegati in video dal monaco benedettino Anselm Grün e commentati dai suoi testi interamente leggibili nel tuo iPad e iPhone. Per ciascuno dei Dieci Comandamenti l’applicazione offre un intervento video di Anselm Grün e il testo del suo commento. Un modo nuovo e originale di riscoprire la forze delle […]

Continue Reading

Ultimi 3 libri inseriti

Gerusalemme capitale dell’umanità – Twal Fouad

Gerusalemme capitale dell’umanità – Twal Fouad

| 18 novembre 2014 | 0 Comments

Fouad Twal, sacerdote di origine giordana, dal 2008 è Patriarca della Chiesa Madre di Gerusalemme. In questo lungo dialogo ripercorre la sua vita di pastore in una terra segnata dalla divisione tra i cristiani e da un conflitto che dura ormai da oltre sessant'anni. Ma la Terra Santa è anche luogo di testimonianza, dialogo, desiderio di pace e speranza nelle giovani generazioni. Qui Gesù è entrato nella Storia, e gli eredi della prima comunità cristiana sono fedeli al mandato delle origini: «A noi tocca accogliere in un unico abbraccio, come fratelli, i credenti provenienti da qualsiasi categoria dell’umanità, destinati tutti quanti ugualmente a vivere da figli di Dio nella fede in Cristo. Sapremo trovare la risposta appropriata e soddisfacente per tutti? Un’utopia? No, ma un compito molto impegnativo in Cristo!».

Continue Reading

Eva e le altre. Letture bibliche al femminile – Elena Loewenthal

Eva e le altre. Letture bibliche al femminile – Elena Loewenthal

| 17 novembre 2014 | 0 Comments

Prendendo le mosse da una serie di verbi (generare, vivere, tacere, ascoltare, amare…) nei quali si condensa il contenuto letterale e simbolico della Bibbia ebraica, privilegiando coraggiosamente la lettura dei libri biblici più trascurati e una prospettiva esegetica fuor d’ogni autorevolezza ma attenta ai valori femminili. Elena Loewenthal si concentra su alcune figure archetipe che contrassegnano i luoghi cruciali del testo sacro. Eva, il serpente e l’inestricabile intreccio di colpa, conoscenza e morte; Sara e l’intervento divino nel concepimento di Isacco; la madre e le difficoltà del diventare e dell’essere madre; il sacrificio della figlia di Iftach; le donne mute, le prostitute, e le figure ai margini, come i profeti Elia e Giona, restii a cogliere la vocazione; le tavole della Legge, costrizione e principio di libertà al tempo stesso; Rut e la regina di Saba, e la capacità di plasmare il proprio destino, a ogni costo… Un approccio guidato da un contatto stretto con il testo ebraico, forte di una vicinanza appassionata e dal desiderio di condividere queste letture.

Continue Reading

Le Preghiere – Riccardo Paracchini

Le Preghiere – Riccardo Paracchini

| 17 novembre 2014 | 0 Comments

Il libro raccoglie le preghiere per il buon cammino spirituale, dall'alba al tramonto. Le preghiere del mattino, di mezzogiorno e della sera. Il testo raccoglie anche una selezione di testi evangelici e biblici per comprendere il senso della preghiera alla luce delle Scritture, con un compendio dei princìpi fondamentali della Chiesa Cattolica per la vita del buon cristiano.  Suddivisione dell’opera: – Preghiere del mattino – Preghiere di mezzogiorno – Preghiere della sera – Altre preghiere – La preghiera delle Sacre Scritture. – Compendio per un approfondimento della Fede cattolica, con i 10 Comandamenti, le Beatitudini, le Virtù, ecc ecc, e approfondimento di ogni voce con alla luce del Catechismo della Chiesa Cattolica. – Ricco glossario per conoscere meglio la Fede. La preghiera è mettersi in comunicazione intima, personale, affettuosa con Dio: parlare, amare, ringraziare, chiedere perdono, rispondere a Dio.  A differenza delle altre religioni, il cristianesimo ha ricevuto la rivelazione di Gesù Cristo che “Dio è Amore”, e sappiamo che la preghiera è un’esperienza personale con Dio, un dialogo con e davanti a Dio: in questo incontro riconosciamo la sua grandezza infinita, la sua bontà e misericordia, ringraziamo per i doni che ci ha fatto, raccontiamo a Dio le nostre gioie e sofferenze, chiediamo quelle grazie di cui sentiamo la necessità, per noi e per gli altri, e ciò malgrado le miserie, le piccolezze e le debolezze della nostra vita. Il progetto StellaCroce non è finalizzato alla creazione e diffusione di libri digitali, bensì prevede come parte integrante della sua mission il finanziamento, attraverso una percentuale del ricavato, ad eventi umanitari che salvaguardino la vita dell’Uomo, sotto ogni aspetto.  

Continue Reading